ARCHIROMA\ aise\ – Il viceministro agli Affari Esteri, Bruno Archi, si recherà dal 22 al 26 luglio prossimi in Vietnam, Singapore ed Indonesia. La missione, che è la prima di un membro dell’attuale esecutivo nel sud-est asiatico, dimostra concretamente l’impegno del Governo e del Ministero degli Esteri a mantenere e promuovere strette relazioni politiche con i Paesi di una delle aree del globo a crescita economica più sostenuta, anche e soprattutto al fine di aprire la strada alle nostre imprese, per le quali il Sudest asiatico rappresenta oggi uno dei mercati più vivaci e promettenti.

In un’ottica sinergica tra azione politica e promozione economica, in preparazione della missione Archi ha tenuto ad incontrare alla Farnesina le nostre imprese maggiormente interessate a quell’area, alcune delle quali – principalmente nei settori dei grandi progetti infrastrutturali, anche per reti energetiche e di comunicazioni, dell’industria della difesa e bancario – seguiranno il vice ministro nel corso della sua visita.

In Vietnam, nella capitale Hanoi, Archi avrà colloqui con il Vice Primo Ministro e con il Ministro degli Esteri ed un’articolata sessione di lavoro con il suo omologo, sempre agli Esteri, nel corso della quale Archi intende finalizzare il testo del Piano d’Azione biennale bilaterale (inteso fra l’altro a sostenere gli investimenti produttivi italiani nel Paese), che potrà essere firmato in una successiva occasione dopo l’estate. Oltre ai colloqui istituzionali, sono previsti incontri con la nostra business community in Vietnam e l’inaugurazione del circuito di collaudo del locale stabilimento Piaggio alla presenza delle autorità locali.

La tappa a Singapore, da vari anni principale destinazione delle nostre esportazioni nel Sudest asiatico, si inquadra nell’attuale fase di intensificazione dei rapporti bilaterali con la Città-Stato, che Archi avrà modo di ribadire ai suoi interlocutori istituzionali, fra i quali il ministro del Commercio e dell’Industria ed il viceministro degli Esteri. Particolare attenzione sarà dedicata a Singapore alle piccole e medie imprese, che costituiscono l’ossatura portante della nostra economia: il vice ministro firmerà infatti con la controparte un Memorandum sulla collaborazione fra le PMI, che consentirà di intensificare le relazioni produttive e commerciali in settori quali quelli dell’arredamento, della moda/abbigliamento, dell’ingegneria di precisione, della componentistica in metallo e dell’agro-alimentare. Archi incontrerà anche il presidente del Fondo sovrano singaporeano Temasek, fra i primi dieci del mondo, al fine di promuovere investimenti nel nostro Paese.

La missione a Jakarta, in Indonesia, costituisce infine l’occasione per le prime consultazioni bilaterali periodiche, previste dal Memorandum di Cooperazione Politica sottoscritto dai due Paesi nel 2009. In Indonesia – Paese membro del G20 e principale economia del Sudest asiatico, nonché modello di Paese musulmano moderato, con la più numerosa comunità islamica al mondo – Archi avrà colloqui anche con il ministro degli Esteri e con i viceministri della Difesa e dell’Industria, dopo aver già incontrato questa settimana alla Farnesina la titolare del dicastero del Turismo indonesiano e commissario di quel Paese per Expo Milano 2015, cui l’Indonesia ha già garantito la propria partecipazione.

La visita costituirà anche occasione per una prima messa a punto delle iniziative per la celebrazione del 65° anniversario delle relazioni diplomatiche fra i due Paesi nel 2015. (aise)

Comments are closed.