ROMA\ aise\ – Il Console Generale Italiano Andrea Canepari ha visitato lo scorso 2 aprile il Comando NATO per la Trasformazione di Norfolk, Virginia. A dargli il benvenuto il Gen. Mirco Zuliani, Vice Comandante di ACT, il quale ha poi brevemente illustrato organizzazione, missione e compiti del Comando.

Mentre lo scopo primario della visita era conoscere il Comando ACT e le sue attività, l’occasione è stata propizia per incontrare la folta comunità militare italiana dell’area di Hampton Roads.

“Sono molto contento di aver visitato ACT”, ha affermato il Console Generale italiano, “spero di ritornare in futuro e continuare i positivi rapporti stabiliti dai miei predecessori con gli italiani che lavorano e vivono con le loro famiglie da questa parte dell’Atlantico”.

Al termine della visita il Gen. Zuliani ha omaggiato il Dott. Canepari con il “crest” del Comando.

Il Comando Strategico ACT è responsabile della Trasformazione delle forze NATO, persegue, attraverso la Connected Force Initiative, l’obiettivo di adattare la dottrina d’impiego delle forze e la loro interoperabilità. Per l’assolvimento della missione si avvale delle esercitazioni e dei Centri di Eccellenza NATO.

Dei venti Centri di Eccellenza attualmente accreditati presso la NATO, uno ha sede a Roma e si occupa di “Modelling & Simulation”. Inoltre, è attualmente in fase di accreditamento lo “Stability Policing COE”, la cui sede è stabilita a Vicenza.

Di particolare interesse per l’Italia, l’esercitazione “Trident Juncture 2015”, per la quale insieme a Spagna e Portogallo, l’Italia è uno dei tre paesi organizzatori. L’esercitazione rappresenta un importante banco di prova,  dopo un lungo ciclo operativo e per la prima volta dal 2005 l’Alleanza si cimenterà in una esercitazione su larga scala, con assetti realmente schierati sul terreno. (aise)

Comments are closed.