mangione
NEW YORK\ aise\ – “Esprimo tutta la nostra solidarietà e il nostro sdegno di fronte a queste ridicole accuse, che dimostrano quanto in Italia non si capisca chi siamo e come ci comportiamo”. Così Silvana Mangione, vicesegretario generale del Cgie per i Paesi anglofoni extra Ue, a sostegno della posizione espressa dai colleghi dell’Argentina contro l’articolo pubblicato oggi su “Il giornale” dal titolo “Tutti i trucchi del governo per i voti in Argentina”.
Gli italiani all’estero, continua Mangione, “votano con la propria testa, valutando il pro e il contro di questa riforma, non prendono ordini, si informano e scelgono secondo coscienza e conoscenza, sono al corrente della realtà italiana e la amano, e vogliono il bene dell’Italia forse più degli stessi italiani che vi risiedono. Bene dicono i Colleghi dell’America Latina, affermando che si tratta dell’ennesimo tentativo di delegittimare l’esercizio del diritto di voto di cui godiamo in quanto cittadini italiani, secodo le modalità adottate dalla maggior parte dei Paesi civili senza ragione di dare adito a vergognose insinuazioni”.
Mangione, quindi, ribadisce “tutto il sostegno morale ai rappresentanti della Repubblica e della comunità italiana in Argentina”. (aise)

Comments are closed.